• Tostatura

    Dopo aver selezionato i migliori chicchi da piantagioni di tutto il mondo, il caffè giunge presso la nostra azienda, dove si procede alla fase di tostatura.
    I chicchi di caffè dal colore verde non sono commestibili: perché lo diventino devono essere sottoposti a un'operazione nota come tostatura (o torrefazione), che rappresenta sicuramente la fase fondamentale per determinare la qualità finale del caffè. Nel corso di un procedimento della durata di 15 minuti, i chicchi vengono tostati all'interno di una tostatrice con tamburo rotante, fino a ottenere il loro caratteristico aroma e il loro sapore.

    tostatura caffé | torrefazione caffé brasil mantova
    Durante la tostatura i chicchi vengono sottoposti a un calore elevato, superiore ai 160°, che provoca al loro interno una serie di reazioni chimico-fisiche, con proteine e zuccheri che entrano in gioco per andare a formare l'inconfondibile aroma del caffè. Esteriormente, la torrefazione provoca un notevole aumento di volume del chicco e una riduzione del suo peso (circa il 20%), come pure il distacco quasi completo della pellicola interna e un passaggio a un colore brunastro che va via via intensificandosi. Per quanto riguarda la percentuale di caffeina presente, invece, la torrefazione non provoca alterazioni sostanziali.
    L'intensità e il grado della tostatura sono due parametri che si possono variare, entro certi limiti, per venire incontro ai gusti dei consumatori: per esempio, in Italia viene generalmente preferito un caffè dal gusto deciso, che viene ricavato da chicchi tostati più a lungo, mentre in altre parti del mondo sono più graditi aromi più blandi, ricavati da caffè chiari e "leggeri", con tostatura minore.